Menu
Maglia Bimbo e Bimba

Maglia Bimbo e Bimba

UNA MAGLIA PER ANDREA Una maglia a disposizione delle Onlus per la ricerca fondi -

Una maglia da personalizzare bimbo e bimba modello Fruit con Collolungo Bruscolino che firma il progetto solidale UNA MAGLIA PER ANDREA in ricordo di Andrea Pellini - medico dentista  - L'artista ha già raccolto fondi per Peter Pan Onlus e Sale in Zucca Onlus - 

Andrea Pellini dal libro di Manuela Scannavini : Uno, due tre e quattro ......Noi siamo i fantastici i supereroi ..

 

X CAPITOLO

Andrea, “Mr Fantastic”, ha fatto parte della mia vita, sempre. Magro, slanciato, secondo me adatto a fare il basket, con il calcio non è che ci azzeccasse molto, ma quando io, la Cosa, zio Giampiero e papà giocavamo a fare i passaggi nella casa in campagna, lui si metteva in porta e si tuffava come un vero portiere. Da piccolo aveva la voce rauca, i capelli lisci con una grossa frangetta, una camminata ciondolante, tutto ciò gli dava un’aria scanzonata. Amante dell’acqua e del mare come la mamma, nuotava benissimo e adorava i gatti, in particolare la sua Gora. Sapevo che di lui mi potevo fidare, buono per natura aveva un senso molto alto di lealtà e giustizia. Sensibile e di poche parole (ma quello che diceva bastava per capire il suo pensiero sempre molto chiaro), aveva un parlare calmo e rilassato, non sopportava l’aggressività e le discussioni. A volte sapeva essere critico, mi diceva spesso che mi dovevo dare una calmata, ma rideva alle mie stravaganze e battute. Per tutto il periodo dell’Università ha frequentato la nostra casa e a volte per evitare il viaggio Fiano Romano-Roma-Fiano Romano si fermava a dormire da noi. Quando ci ritrovavamo tutti e tre insieme era una festa!! Io ero contentissima. Era il periodo della nostra adolescenza e proprio a lui confidai i miei disastri amorosi e le mie prime ansie sessuali. Ricordo che una sera gli chiesi qualcosa circa l’uso dei preservativi. Finita l’università divenne medico dentista. La sua dedizione e onestà verso la sua professione era ammirevole, appassionato di fotografia, di corse in bici, collezionava francobolli come il nonno, si era costruito un mondo fatto di passioni vere e di cose semplici. Quando si stabilì a Roma riuscii a trascinarlo a correre, Villa Pamphili diventò il suo regno e tappa fissa, era bello poterci vedere, chiacchierare un pò e farci una corsetta. Anche lì si appassionò a tal punto che talvolta a metà strada mi salutava, perché ormai più allenato di me riusciva a fare anche due giri. Quando prese casa in affitto a Roma fu per lui una grossa soddisfazione e, non essendo tanto distante da casa mia, spesso ci vedevamo anche per un the, ne aveva tanti di tutti i gusti, e tante stecche di cioccolata…. Mettevamo su i Duran Duran e a volte mi faceva ascoltare qualche chicca di Califano, passione che aveva anche il papà Giampiero e giù a ridere…. Ogni volta che ritorno alla Villa mi ritrovo a correre con lui.

Facebook Twitter Google+ Pinterest
×
×

Log in