Menu
Vagabondaggi

Vagabondaggi

Titolo : Vele Misure: 90x180 Tecnica : stampa su Carata effetto intonaco grezzo Anno : 2017 Versi : Laura Anfuso: traccia bagliore /la speme trama nutre/ più calme onde

Opera : Vele

Misure: 90x180 

Tecnica : stampa su Carata effetto intonaco grezzo 

Anno : 2017 

Per Vele Laura Anfuso ha scritto:  traccia bagliore  /la speme trama nutre/  più calme onde

Esposta c/o Estrobar - Abitart Hotel - http://www.estrobar.it/

Nel cuore post industriale di Ostiense-Testaccio, fulcro pulsante di una Roma dal nuovo design futuristico, non poteva mancare un locale mitteleuropeo come l’Estrobar, un ristorante multisensoriale che saprà stupirvi con il suo connubio d’arte e cibo sublime. La cena è sicuramente il momento principale dell’Estrobar, che non mancherà d’incantare i palati più sopraffini grazie a ricette ambiziose e sofisticate. Arte, cucina d’autore e molto di più. Estrobar è anche una cornice perfetta per un “dopocena” esclusivo, che intreccia un’accurata selezione musicale ad una vasta scelta di drink e cocktail miscelati secondo le più sapienti sfumature di gusto.

 

Opera presentata per Vagabondaggi un progetto di Marina Zatta mostra itinerante negli spazi: Galleria Gard – AbitArt Hotel evento programmato per Giornata del Contemporaneo - A.M.A.C.I.

http://www.amaci.org/gdc/tredicesima-edizione/vagabondaggi

e Rome Art Week

https://romeartweek.com/it/eventi/?id=1165

Comunicato stampa

Artisti: Laura Anfuso - Noemi Aversa - Marcella Basso -  Lorenza Bucci Casari – Maria Lepkowska -  Giusy Maletta  - Sonia Mazzoli - Officine Plastiche  - Remo Suprani –  Manuela Scannavini -  Scegle - TrasformArte

La mostra è programmata in tre spazi adiacenti del quartiere Ostiense nei pressi della Piramide Cestia. Il quartiere è uno spazio molto visitato turisticamente grazie alla presenza del sito archeologico della Piramide Cestia, del Cimitero Acattolico in cui sono sepolti molte personalità della  Storia e della Cultura Internazionale e della Centrale Montemartini, spazio industriale adibito a Museo Archeologico, Gard è una storica galleria aperta negli anni ’90 che ha nel tempo progettato centinaia di eventi e mostre d’arte ospitando nel tempo più di 500 artisti; l’Hotel AbitArt oltre alla sua funzione alberghiera, è un luogo di accoglienza espositiva per l’Arte Contemporanea. La mostra si prefigge di sottolineare la forte potenza poetica, esistenziale e individuale della capacità del vagabondare. Un vagabondo è molto diverso da un turista, da un viaggiatore e da un errante/nomade, i primi due vanno ma poi tornano, mentre l'errante/nomade è inserito in una tribù, si muove in compagnia di un insieme di persone con cui condivide culture, usi e tradizioni. Il verbo del Vagabondo, PASSARE, ci narra di qualcuno che non sta, non ritorna, non rimane. In questo senso il Vagabondo è filosoficamente una figura vicina alla simbologia della Vita: la Vita non va, non torna, non sta, non rimane, ma passa. Il Vagabondo si muove eroicamente e coraggiosamente in solitudine, i suoi compagni di strada sono persone "volatili" che entrano e escono dalla sua vita e non è detto che abbiano in comune culture e tradizioni. Nascere, Morire e Vivere è un percorso solitario, se poetico diviene eroico e coraggioso, e anche quando lo si svolge in compagnia, le persone che troviamo nel cammino sono varie, con diverse radici, culture, storie e molto spesso, quasi sempre, sono persone che prendiamo e lasciamo sul cammino.

 Date: dal 9 al 24 ottobre 2017 

Inaugurazioni: Galleria Gard 9 ore 18.30 –  Hotel AbitArt 14 ore 18.30

Aperture: Gard dal lunedì al sabato  16.30/19.00 –  AbitArt tutti i giorni 18.30/20.00

Galleria Gard via dei Conciatori 3/I – Hotel AbitArt V. P. Matteucci 10/20

Info: cell. 333.7330045 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.soqquadroarte.it

Facebook Twitter Google+ Pinterest
×
×

Log in